logo



14
DIC
2017

Evviva i libri!

È fondamentale avvicinare i bambini alla lettura fin da molto piccoli. Alle scuole dell’infanzia Faà di Bruno e San Gaspare da quest’anno ha preso avvio il servizio Il Prestalibro, un modo ideato dalle insegnanti per rendere i libri e la lettura familiari anche ai più piccoli. L’esperienza della lettura, proposta ai bambini sin dal loro primo anno di vita, non solo li aiuta a sviluppare un linguaggio sia ricettivo che espressivo, a coltivare la capacità di ascolto, di attenzione e di concentrazione, ma gli consente anche di conoscere e familiarizzare con uno strumento che ha il grande pregio di aprire la loro mente alla fantasia, alla creatività, e che li accompagna nell’interpretazione del mondo di cui sono alla scoperta. Avviare quindi il bambino fin dall’infanzia a sviluppare un atteggiamento di curiosità e di interesse verso il libro, significa aiutarlo a diventare un futuro bravo lettore.

Per questo, alle scuole dell’infanzia Faà di Bruno di Campi Bisenzio e San Gaspare di Firenze, il team delle insegnanti ha voluto offrire ai bambini un’occasione nuova d’incontro con il mondo dei libri e con la lettura. Con il progetto del Prestalibro è stata allestita una piccola biblioteca dove ogni bambino insieme al proprio genitore può scegliere il libro da prendere in prestito fra i tanti della biblioteca, appositamente arricchita quest’anno anche con libri in inglese, e di portarlo a casa per sfogliarlo e leggerlo con i genitori, condividendo così non solo la scelta del libro ma anche il momento intimo della lettura insieme che è una potente opportunità di relazione tra figli e genitori. Leggere insieme al genitore è molto diverso che leggere da soli. I bambini hanno accolto con entusiasmo questa proposta e succede anche che, quando scelgono un libro, mentre lo stanno inserendo nella bustina gialla, pensano già al prossimo “Maestra sai quale prendo poi?”.

L’elemento che conta di più è stare insieme, condividere la bellezza dell’ascolto e della vicinanza fisica. È un’esperienza positiva e piacevole che permette di rafforzare il legame, il senso di sicurezza e di attaccamento in cui genitori e figli si rifugiano in un mondo tutto loro.

 

“Nessuno è mai solo con un libro in mano.” (Roberto Roversi)

“Le favole non servono a spiegare ai bambini che i draghi esistono. Questo i bambini lo sanno benissimo da soli. Le favole servono a spiegare ai bambini che i draghi possono essere sconfitti” (Gilbert Keith Chesterton).

 

Elena Ceccon e Francesca Lumare

 

Leggi qui il resto della newsletter



su Twitter


su Facebook


su Google+