logo



18
NOV
2019

Uno per tutti…

I laboratori sono un’importante risorsa per tutta la scuola. Le insegnanti della primaria San Giuseppe di Montecatini Terme si sono interrogate su come su come sostenere i bambini, anche nei momenti di eventuale difficoltà in cui si possono trovare durante l’anno scolastico. Dal confronto con le insegnanti di sostegno sono nate le proposte di un laboratorio artistico ed uno con le mappe concettuali, per apprendere alcuni elementi importanti con una comunicazione non verbale. Organizzando il materiale e le attività le insegnanti si sono rese conto di come questi laboratori potevano essere una proposta adatta per tutti i bambini perché era necessario per tutti loro intraprendere un percorso dove si potessero esprimere liberamente.

“All’inizio di questo anno scolastico abbiamo cercato di contagiare tutti i bambini appassionandoli a questo nostro nuovo percorso che parte dalla comprensione dell’importanza della cultura del bello e di un estro, importante da palesare” spiegano le insegnanti Alessandra Menconi e Sara Pieri. “Tra le attività abbiamo voluto privilegiare quelle manuali (con tempere, utilizzo di materiali vari, etc…) perché ci rendiamo conto che nella cultura del “Touch screen” la manualità in tanti aspetti i bambini la stanno perdendo. Proprio perché immersi in questo mondo tecnologico abbiamo introdotto il laboratorio in cui insieme facciamo le mappe concettuali di argomenti importanti trattati in classe. Le mappe concettuali sono essenziali per potenziare la capacità di sintesi delineando le nozioni importanti”.

Le maestre hanno trovato interessante notare come tutti i bambini, in solo due mesi, abbiano trovato la passione per tanti argomenti e attività nuove e i bambini che mostravano più difficoltà siano stati messi in grado di esprimersi senza limiti, evidenziando la loro personalità.

“Questa nostra esperienza ci conferma che solo cercando di rispondere alle esigenze e desideri di un singolo bambino nascono proposte efficaci per tutti. Le COSE BELLE i bambini le riconoscono subito”.

 



su Twitter


su Facebook


su Google+